Crumble di Ciliegie Light

20 Mag 2024 - Ricette

Crumble di Ciliegie Light

Il crumble di ciliegie è il dolcetto leggero, o almeno salutare, che ho preparato ieri per completare i miei spuntini e la mia colazione.

Si tratta di un crumble vegan poco dolce ma davvero buono, perfetto per quando si ha voglia di qualcosa di sfizioso in questi giorni di caldo.

Devo dirlo, questo crumble è davvero delizioso, ma ha due grandi difetti: innanzitutto, ci vuole un po’ di tempo per snocciolare le ciliegie (a proposito, vi consiglio di usare i guanti per questa operazione, in modo che non vi si anneriscano le dita). Ci metterete parecchio tempo anche perché, francamente, è una sfida resistere a quelle bellissime ciliegie succulente, già snocciolate, senza mangiarle! Una volta accumulata abbastanza ciliegie (e vi avviso che io ho avuto non poche difficoltà a trattenermi dal mangiarle tutte!), potrete procedere con il resto della preparazione. Dopo la cottura, scoprirete il secondo, terribile difetto di questo crumble: riuscire a non finirlo tutto!

Ingredienti

(per una teglia da 25×18 cm, circa 6 porzioni)

  • 700 g di ciliegie (circa 580 g una volta snocciolate)
  • 80 g di farina di mandorle (o mandorle pelate tritate molto finemente)
  • 80 g di farina di avena
  • 70 g di zucchero di canna grezzo
  • 60 g di olio di semi (o olio di oliva)
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • 1 limone (buccia grattugiata)
  • 1 pizzico di sale

Procedimento

  1. Snocciolate tutte le ciliegie (usando i guanti).
  2. Mescolate insieme le due farine con lo zucchero, il sale, la cannella, la buccia di limone e l’olio, amalgamando bene fino a ottenere un composto sbricioloso.
  3. Disponete le ciliegie sul fondo della pirofila, quindi cospargetele uniformemente con il composto di farine.
  4. Cuocete per circa 35-40 minuti a 180°C in forno statico già caldo, finché la superficie sarà ben dorata senza bruciarsi.
  5. Fate almeno intiepidire prima di servire il crumble di ciliegie, per evitare di bruciarvi il palato con il sughetto delle ciliegie.

Consigli

  • Accompagnato con dello yogurt greco magro sarà un ottimo spuntino, o anche una perfetta colazione se aumentate un po’ le dosi.
  • Per chi è intollerante al glutine, la farina di avena può essere sostituita con qualsiasi altro tipo di farina senza glutine.
  • Potete variare il gusto aggiungendo o togliendo aromi o cambiando tipo di frutta.

Conservazione

  • Se ci riuscite, potete conservarlo per 1 giorno a temperatura ambiente o fino a 2 giorni in frigorifero.

Lascia un commento